:: Gusto del Mese ::

Gelateria

IL CIOCCOLATO: Un po’ di Storia… dalle origini Latino Americane alla Nutella!

Da precise ricerche botaniche sembra che la pianta del Cacao fosse presente più di 6000 anni fa nel Rio delle Amazzoni! I primi agricoltori furono i Maya intorno al 1000 a.C.
Consumato dall’ Elite durante le cerimonie importanti, offerto come sacrificio o semplicemente come bevanda aromatizzata aveva come caratteristica principale un’amatissima schiuma ottenuta da ripetuti travasi prima da un recipiente all’altro e poi con il “molinillo”, uno strumento introdotto con la conquista spagnola.
La bevanda aveva l’effetto di alleviare la sensazione di fatica ed era un articolo di lusso in tutta l’America centrale pre-colombiana. I semi venivano usati come moneta di scambio e ne furono ritrovati quasi un miliardo nel tesoro dell’Imperatore Montezuma! Assaggiata da Cristoforo Colombo durante il suo quarto e ultimo viaggio, nel 1502, ne riportò alcuni semi in Spagna ma non gli diede importanza forse colpito solo dal gusto amaro.
Nel 1519, con Hernàn Cortéz il Cacao venne introdotto in Europa! Accadde per una coincidenza curiosa, Cortéz venne scambiato per il Dio Quetzalcoàtl dall’Imperatore Montezuma che gli donò un’intera piantagione, compresi i proventi!
In Europa i Monaci spagnoli corressero la naturale amarezza della bevanda aggiungendo vaniglia e zucchero. Il cioccolato rimase un’esclusiva della Spagna per tutto il Cinquecento e fu poi importato in Piemonte a cavallo del ‘600 da Caterina di Spagna, sposa di Carlo Emanuele I, Duca di Savoia.
Da qui arrivò in Toscana col commerciante Carletti e fu prodotto a Firenze, Venezia e Torino. Questa bevanda di lusso si espanse rapidamente in tutta Europa!
Nel ‘700, a Venezia, nacquero le prime “botteghe del caffè” (gli antenati dei nostri bar!) e fecero a gara per personalizzare la ricetta del cioccolato! Ormai era diventata una passione per molti con una produzione a Torino di ben 350 kg al giorno.
Ma bisogna aspettare il 1820, Inghilterra, perché venga prodotta la prima tavoletta di cioccolata di tipo commerciale. Nel 1826 Caffarel crea una nuova macchina capace di produrre oltre 300 kg di cioccolato al giorno! Nel 1828 l’olandese van Houten brevetta un metodo per produrre cacao in polvere e burro di cacao e rende possibile il cioccolato in barrette mentre nel 1852 a Torino Michele Prochet crea la pasta Gianduia e successivamente i famosi Gianduiotti.
Con l’aggiunta del latte nel 1867 da parte degli svizzeri Peter viene immesso sul mercato il cioccolato al latte ma per rimuoverne l’acqua si fanno aiutare dal vicino di casa, fabbricante di alimenti per l’infanzia, un certo Henri Nestlé! Nel 1879 Rudolph Lindt crea il cioccolato fondente. Nel 1946 Pietro Ferrero inventa una crema gianduia e cerca di venderla ai pasticceri di Alba. La crema ha avuto un “certo” successo, nasce la Nutella!

[Fonte Wikipedia]